Una donna si siede su un altare con birra e sigaretta per scattare una foto per Instagram

Tempo stimato di lettura: < 1 minuto
Una donna si siede sull’altare con birra e sigaretta per scattare una foto e postarla su Instagram. È stata identificata come una 23enne che ha su quella rete sociale il profilo @gatinhoderua_. A seguito delle ripercussioni negative della fotografia, che ha suscitato forte indignazione, ha ritirato l’immagine, eliminando poi anche il proprio profilo.

Non si tratta solo di un gesto patetico di mancanza di rispetto, è una profanazione.

Il fatto è accaduto nella parrocchia di Nossa Senhora dos Navegantes, a Icaraí de Amontada, nella diocesi di Itapipoca (Ceará, Brasile). Il blog cattolico Ancoradouro ha reso noto che la parrocchia terrà conto del fatto.

Secondo il blog, un sacerdote ha identificato l’autrice dell’atto e le ha inviato questo messaggio:

“Salve, signora T.A.C.C., tutto bene? Visitando la sua pagina Instagram dopo che alcune persone me ne hanno mandato il link mi sono accordo della sua mancanza di rispetto nei confronti della chiesa di Nossa Senhora dos Navegantes – non solo nei confronti del tempio fisico, ma anche verso i fedeli di questo distretto e di tutta la diocesi di Itapipoca-CE. Lei è entrata senza permesso, ha scattato foto indebite sull’altare, ha mancato di rispetto a un luogo santo e si è presa gioco della fede delle persone. Tutto questo è un CRIMINE! È invitata a ritrattare immediatamente, altrimenti risponderà penalmente di questo atto di vandalismo e di mancanza di rispetto nei confronti dei luoghi sacri”.

Il testo fa riferimento all’articolo 208 del Codice Penale Brasiliano, che prevede la detenzione fino a un anno per atti contro il sentimento religioso.

Tra i commenti sulle reti sociali, molti fedeli hanno ripetuto la stessa domanda: “Perché tanti attacchi contro la Chiesa cattolica?”

L’articolo Una donna si siede su un altare con birra e sigaretta per scattare una foto per Instagram proviene da Aleteia.org – Italiano

Questo post ti è piaciuto? Condividilo:

Lascia un commento