ACCADDE OGGI / Viene messo in commercio Windows 1.0

Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Il 20 novembre 1985 viene messo in commercio Windows 1.0, la prima versione del celebre sistema operativo Windows.

Windows 1.0, commercializzato dal 1985, fu il primo tentativo di Microsoft di implementare un ambiente operativo dotato di multitasking e basato su una interfaccia grafica anche su piattaforma PC. Windows 1.0 rappresentò a tutti gli effetti la primissima incarnazione del sistema operativo Windows.

Diversamente dalle versioni successive, Windows 1.0 offriva un multitasking limitato delle applicazioni MS-DOS esistenti; fu posta invece attenzione a creare un paradigma di interazione, un modello di esecuzione e delle API stabili che fossero usate in futuro per applicazioni native. Vent’anni dopo, non solo si possono ancora eseguire programmi scritti per Windows 1.0 su Windows XP, ma si può anche ricompilare il loro codice sorgente per ottenere un’applicazione moderna, apportando solo lievi modifiche.

Windows 1.0 è spesso considerato erroneamente una vera “interfaccia di MS-DOS“, considerazione che è stata applicata anche alle versioni successive. In effetti Windows 1.0 veniva lanciato da MS-DOS, poteva a sua volta richiamare funzioni di MS-DOS e i programmi di interfaccia si eseguivano da file .exe come i programmi di MS-DOS. Tuttavia i file .exe di Windows avevano un formato “new executable” (nuovo eseguibile), che solo Windows poteva elaborare e che per esempio permetteva di caricare parti di codice e di dati su richiesta. Le applicazioni potevano amministrare la memoria solo attraverso il sistema di gestione della memoria proprio di Windows, che implementava uno schema di memoria virtuale software e che permetteva l’esecuzione di programmi più pesanti della memoria RAM disponibile.

Considerare Windows 1.0 una “interfaccia del DOS” non tiene conto del fatto che era stato progettato solo per essere un ambiente grafico usato dalle applicazioni, e non un sistema operativo completo. Windows 1.0 includeva driver originali per schede video, mouse, tastiere, stampanti e porte seriali e le applicazioni potevano richiamare soltanto le API basate su questi driver. Tenendo conto che al tempo le possibilità grafiche di MS-DOS erano estremamente limitate e data la limitata utilità degli altri servizi che offriva, gli applicativi MS-DOS dovevano accedere direttamente all’hardware (o a volte sfruttare il BIOS) per svolgere il proprio lavoro. Perciò, piuttosto che fungere da interfaccia a MS-DOS, Windows 1.0 gli fece da complemento. L’estensione rimpiazzò il DOS progressivamente solo con le versioni successive.

Questo post ti è piaciuto? Condividilo:

Lascia un commento