Dino Valle

YouTube censura alla faccia del diritto d’informazione: siamo alla dittatura?

Tanto tuonò che piovve!
Quindi, è successo che il social americano YouTube, il più importante ramo della famiglia Google, si sia preso la briga di cancellare un video dal titolo “Ma la mascherina serve davvero?”, che ieri sera avevo pubblicato sul mio canale e che metteva in forte dubbio l’utilità della mascherina, così come la portiamo un po’ tutti, e i danni che può provocare se portata a lungo. Un po’ come la pensava l’OMS non più tardi dello scorso marzo.

Vi ripropongo qui il video rimosso:

Giudicate voi.

Ed ecco la notifica che mi è appena giunta:

Non avrei mai creduto che in un regime di pseudo-democrazia si arrivasse a tanto, fino a violare il diritto d’informazione (Carta dei diritti fondamentali dell’UE -Titolo II, Articolo 11). Ebbene sì: loro la chiamano disinformazione, io invece la chiamo informazione. Guarda un po’.

D’altronde non sono il primo giornalista censurato dai “poteri forti” e nemmeno sarò l’ultimo.

I timori erano nell’aria, oltretutto da settimane si succedevano dichiarazioni di taluni vertici dell’ONU, della Commissione Europea, di importanti esponenti del Governo Italiano e perfino dell’AGCOM, che inducevano a credere che potesse succedere qualcosa di grave.

L’ordine che arrivava dall’alto era quello di dare più spazio (e soldi) all’informazione autorizzata dal Governo e di ridimensionare, o addirittura cancellare, quello date dai media cosiddetti alternativi.

In cuor mio speravo non succedesse e invece… Adesso vediamo se anche gli altri social…

Potrebbe interessarti anche