Dino Valle

ACCADDE OGGI / Nasce il Partito Radicale

L’11 dicembre 1955, a seguito di una scissione della sinistra del Partito Liberale Italiano, nasce il Partito Radicale.

Il Partito Radicale (PR) è un partito politico italiano a vocazione transnazionale. Nasce con una forte connotazione liberaleazionistasocioliberale e una marcata visione della laicità dello Stato. Si trasforma, sotto la guida di Marco Pannella, in un’organizzazione libertariananonviolentatransnazionale e transpartitica, diventando promotore di alcune tra le più significative lotte politiche per l’affermazione dei diritti civili e politici dei cittadini, per il rispetto della Costituzione e a favore della democrazia, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Partecipa a singhiozzo alle elezioni italiane dal 1955 al 1989, ottenendo fino ad un massimo di 20 eletti nel 1979.

Con la mozione del congresso di Budapest nel 1989 decide di non presentare più liste in qualsiasi tipo di elezioni, rinnova il suo simbolo e lo riserva alle lotte politiche sui diritti civili con un’ottica transnazionalista e transpartitica, Cambia il proprio nome, prima informalmente, in Partito Radicale Transnazionale e poi, nel 2011, statutariamente, in Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito (o Nonviolent Radical Party Transnational and Transparty, in inglese) per perseguire attraverso l’uso della nonviolenza la creazione di un corpus di leggi internazionali sui diritti degli individui e l’affermazione della democrazia e della libertà nel mondo. Nel 1995 ottiene il riconoscimento come organizzazione non governativa con stato consultivo generale di prima categoria presso l’ECOSOC dell’ONU.

Pur non presentando il proprio simbolo alle elezioni, molti suoi esponenti di spicco, in primis Marco Pannella, sono promotori di iniziative elettorali in stretta correlazione con le lotte civili promosse dal Partito, sfruttando così l’eco mediatica dei periodi elettorali. Nell’ambito del PR sono quindi nate iniziative come quelle delle liste referendarie e antiproibizioniste degli anni ’90, quelle liberali-liberiste-libertarie dei Club Pannella e le successive Lista Marco Pannella, la Lista Pannella-Sgarbi, quelle della Lista Bonino, quella della Rosa nel Pugno e Amnistia Giustizia e Libertà. Gli iscritti e dirigenti del Partito hanno anche partecipato alla vita politica di molteplici altre organizzazioni politiche, sia di nuova concezione come ad es Verdi Arcobaleno, i Radicali di sinistra o +Europa (almeno per ciò che riguarda la componente dei Radicali Italiani), che di partiti tradizionali, come Partito Socialista Democratico ItalianoPartito Socialista Italiano e Partito Democratico.

Potrebbe interessarti anche