Dino Valle

Da lunedì Italia quasi tutta gialla: Sicilia in area arancione. Polemica in Sardegna: Decisione ingiusta

Il Ministro della Salute, Roberto Speranza, sulla base dei dati e delle indicazioni della Cabina di Regia, firmerà in serata nuove ordinanze che andranno in vigore a partire da lunedì 1 febbraio.

In area arancione le Regioni Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e la Provincia Autonoma di Bolzano. Tutte le altre Regioni e Province Autonome in area gialla”. E’ quanto si apprende da fonti del Ministero della Salute.

Chi resta in zona arancione

Nella fascia arancione restano solamente cinque regioni: Puglia, Sardegna, Sicilia, Umbria e la provincia autonoma di Bolzano. Nelle altre ci sarà maggiore possibilità di movimento, e i bar e ristoranti potranno rimanere aperti. Un segnale che l’epidemia resta in una fase delicata ma c’è un oggettivo miglioramento, anche se contenuto. 

La Sardegna non ci sta: Noi arancioni? Decisione ingiusta

“Una decisione ingiusta, che stride sia con i dati che con il buon senso”. Così il deputato e coordinatore sardo di Forza Italia, Ugo Cappellacci, interviene sulla decisione del Governo di lasciare l’isola in regime di zona arancione. “Sia l’indice dei contagi – prosegue Cappellacci- che la situazione delle terapie intensive deponevano a favore di un ritorno al colore giallo e probabilmente non sono mai stati ‘da arancione‘. La nostra isola subisce una decisione calata dall’alto, che causa gravissime conseguenze su un’economia già arrivata allo stremo. L’unica ricetta del Governo, o di quel che rimane di esso, è solo la proroga delle chiusure, che non richiede nessuna capacità organizzativa. Laddove invece è necessario pianificare, studiare e decidere i reduci della maggioranza di Conte accumulano solo ritardi: dalle mascherine ai ristori, dalle terapie intensive alle assunzioni dei medici, per arrivare fino ad una campagna vaccinale che procede a passo di lumaca. Così non si può continuare: occorrono la forza, il coraggio e la competenza – conclude Cappellacci – per aiutare l’Italia a reggere e a rialzarsi nel dopo pandemia”.

Potrebbe interessarti anche

Strega comanda colore

La strega grida ad alta voce “Strega comanda colore”, aggiungendo il nome di un colore a scelta, per esempio: “Strega comanda colore… rosso scuro!”. A questo comando, i bambini devono correre a