Dino Valle

Romani assegnano alla sindaca Raggi il premio “Nerone 2021”

di Dino Valle

Per aver messo a ferro e fuoco la città, alimentato il degrado e peggiorato le condizioni di vita dei cittadini. Pubblicato il dossier di Codacons che analizza in 20 punti tutti i grandi fallimenti della sindaca che la rendono il nuovo Nerone di Roma

I cittadini romani assegnano alla sindaca di Roma, Virginia Raggi, lo speciale premio “Nerone 2021”. Il riconoscimento – che con grande orgoglio le viene consegnato dal Codacons – ricorda le gesta del grande Imperatore romano che ebbe la straordinaria capacità di radere al suolo la metropoli, distruggendo 10 delle quattordici regioni che componevano la città, edifici pubblici, monumenti, insieme a circa 4.000 insulae e 132 domus.
Il prestigioso premio è accompagnato da un dettagliato dossier realizzato dal Codacons che, in 20 punti, ricostruisce tutti i fallimenti, gli errori, le inefficienze registrate negli ultimi 5 anni dalla giunta Raggi, e che hanno portato ad un peggioramento della qualità della vita dei cittadini, certificata da tutte le indagini ufficiali, alimentando il degrado della capitale e distruggendo l’immagine di Roma agli occhi del mondo.
Il dossier che accompagna il premio Nerone 2021 parte dal disastro dei rifiuti, questione ancora oggi irrisolta e che vede la città invasa da sporcizia e una forte insoddisfazione dei cittadini circa il servizio di raccolta, e analizza il caos nella gestione Ama toccando anche l’ingiusto aumento della Tari registrato negli ultimi anni.
Si passa poi al dramma dei trasporti pubblici, con i tanti disservizi che attanagliano ancora oggi gli utenti, le chiusure prolungate delle stazioni della metro, i problemi alle scale mobili, i bus che vanno a fuoco con un frequenza inaudita.
Il dossier Codacons analizza poi il fallimento delle piste ciclabili e quello della viabilità urbana, si sofferma sulla mala-gestione del verde pubblico e dei cimiteri capitolini, e un capitolo a parte è dedicato alla questione delle buche stradali, vicenda sulla quale l’associazione, grazie ai suoi numerosi esposti, è riuscita a far aprire indagini da parte della magistratura sui lavori di manutenzione stradale e sulla destinazione dei fondi delle multe che, per legge, dovrebbero essere destinati alla sicurezza stradale, ma sono stati usati dal Comune per tutt’altri fini.
Il documento si chiude con altri pesanti fallimenti della Raggi, dallo Stadio della Roma alle opere incompiute, dai continui rimpasti all’interno della Giunta alle indagini e ai processi che hanno visto direttamente coinvolta la Sindaca e la sua amministrazione.
“Oggi i cittadini romani assegnano alla sindaca Raggi il premio Nerone 2021 per aver messo a ferro e fuoco la città al pari di quanto fece l’Imperatore romano – afferma il presidente Carlo Rienzi – Un riconoscimento più che meritato considerato anche il coraggio dimostrato da Virginia Raggi che, a fronte dei fallimenti della sua amministrazione, ha avuto l’ardire di ricandidarsi alle prossime elezioni comunali”.

Potrebbe interessarti anche

Domani si scia! Anzi no…

Il ministro della Salute Roberto Speranza ha firmato un provvedimento che vieta lo svolgimento delle attività sciistiche amatoriali fino al 5 marzo 2021, data di scadenza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *