1431 – Giovanna d’Arco viene bruciata sul rogo

Tempo stimato di lettura: < 1 minuto

Giovanna d’Arco (in francese Jeanne d’Arc, in francese medio Jehanne DarcDomrémy1412 – Rouen30 maggio 1431) è stata un’eroina nazionale francese, venerata come santa dalla Chiesa cattolica, conosciuta anche come «la pulzella d’Orléans» (in francese «la pucelle d’Orléans»).

Recuperò alla Francia parte del territorio caduto in mano agli inglesi durante la Guerra dei cent’anni, contribuendo a risollevarne le sorti, guidando vittoriosamente le armate francesi contro quelle inglesi. Catturata dai Borgognoni davanti a Compiègne, Giovanna fu venduta agli inglesi. Questi la sottoposero a processo per eresia, al termine del quale, il 30 maggio 1431, fu condannata al rogo e arsa viva. Nel 1456 papa Callisto III, al termine di una seconda inchiesta, dichiarò la nullità di tale processo.

Beatificata nel 1909 da Pio X e canonizzata nel 1920 da Benedetto XV, Giovanna fu proclamata santa patrona di Francia.

Questo post ti è piaciuto? Condividilo:

Lascia un commento