Il tribunale di Lisbona: solo 152 i morti da Covid nel 2020

Clamorosa attestazione del tribunale di Lisbona, che, su istanza di un cittadino, è stato costretto a fornire dati verificati sulla mortalità per COVID-19, come riferisce l’epidemiologo André Dias sul suo sito andre-dias.net.

Secondo la sentenza (QUI il dispositivo scaricabile), il numero di decessi verificati per COVID-19 da gennaio 2020 ad aprile 2021 è di solo 152 individui, non i circa 17.000 denunciati dai ministeri del governo. Tutti i restanti deceduti vanno ascritti ad altre patologie, nonostante il loro test PCR fosse positivo. Insomma, 152 significa lo 0,9% di tutti i defunti del 2020 in Portogallo. Ergo, la morte per il restante 99,1% sarebbe stata provocata da altre patologie.

“Viviamo in una frode di dimensioni senza precedenti”, ha scritto Dias. La notizia è stata ripresa e rilanciata anche da America’s Frontline Doctors.

“Il medesimo accertamentoscrive l’avvocato Mauro Sandri sul suo profilo – forma una delle prospettazioni che abbiamo sollevato nella causa di risarcimento danni contro il governo la cui prima udienza è per il giorno 8 settembre 2021. Tra l’altro nella predetta causa ho prodotto una PEC da me inviata a maggio 2020 al Ministero della Salute, alla protezione civile, all’ Istituto Superiore di Sanità, nella quale contestavo proprio la falsità manifesta dell’attribuzione al COVID-19 di decessi evidentemente non ad esso riconducibili. Chi ha alterato i dati della mortalità farà la stessa fine di chi ha alterato i dati della contagiosità: dovrà pagare danni e subire processi ed è già citato in Tribunale! E’ importante supportare la causa di risarcimento danni contro il governo a cui ogni cittadino italiano può e deve partecipare, non solo per essere ristorato della libertà persa in passato, ma, altresì, per impedire che si ripeta il medesimo scenario”.

Del resto, che i morti da Covid siano stati ampiamente ingigantiti, lo hanno ripetutamente sostenuto anche alcuni dei principali protagonisti della narrazione pandemica italiana, tra questi vale la pensa ricordare il governatore del Veneto, Luca Zaia, e l’infettivologo Matteo Bassetti.

One thought on “Il tribunale di Lisbona: solo 152 i morti da Covid nel 2020

    Bufalissima
    “…nella sentenza del Tribunale di Lisbona non si fa alcun riferimento agli oltre 17mila morti portoghesi certificati per COVID. Si parla solo dei 152 certificati dei medici dell’INMLCF (Instituto Nacional de Medicina Legal e Ciência Forense). Ma quei medici si occupano solo di un determinato tipo di morti, quelli che servono per supporto ad esempio a delle indagini penali, una minuscola parte dei morti per COVID in Portogallo.”
    https://www.butac.it/tribunale-lisbona-covid/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *