L’universo diabolico

Tempo stimato di lettura: 3 minuti

A lato degli angeli fedeli o buoni, appaiono nella Rivelazione cristiana pure gli angeli decaduti o demoni. Come i primi, essi ci sono soprattutto noti tramite i loro interventi nel nostro mondo umano; i dati sono comunque sufficienti per delinearne la fisionomia e, di conseguenza, l’azione.

Le diverse religioni hanno, quasi tutte, affermato l’esistenza di esseri cattivi o maligni; ma è nella Rivelazione cristiana che essi si mostrano sotto il loro vero aspetto. Fin dal Paradiso terrestre il serpente s’insinua seduttore, bugiardo e omicida. Forse per scrupolo di custodire il monoteismo, gli autori dell’Antico Testamento non lo pongono che raramente in scena; la sua azione comunque si precisa, a poco a poco, sempre odiosa, ma incapace di superare i limiti tracciati da Dio.

Bisogna però aspettare il Nuovo Testamento perché il suo volto si sveli completamente nella lotta che si scatena. Cristo, Figlio di Dio, viene «a gettare fuori» il Principe delle tenebre (Gv 12,31), a distruggere l’impero che Beelzebul ha stabilito con i suoi accoliti del male (Lc 11,14-22). La lotta assume subito un carattere diretto e quasi personale. La triplice tentazione di Gesù nel deserto (Mt 4,3-11) manifesta, contemporaneamente, la potenza del demonio sulla materia; la debolezza reale delle sue suggestioni sull’uomo; la sua sete di dominio sacrilego e la sua ignoranza della vera identità di Cristo. 

Numerosi casi di possessione testimoniavano allora l’impero delle tenebre: così Cristo, espelle gli spiriti maligni; come pure dona il potere di scacciare i demoni ai suoi discepoli, in segno della loro missione vittoriosa. I mistici cattolici di cui si tratta in questo testo dimostrano come il potere di Cristo sui demoni si manifesti nella storia della Chiesa lungo i secoli.

Leggi anche:   Angeli e animali

Nell’epoca moderna, e soprattutto a partire dall’Illuminismo, riscontriamo una serie di tentativi sistematici tesi a mettere in discussione l’esistenza del diavolo. Pure alcuni teologi, prima fra i protestanti e poi fra i cattolici, hanno contribuito alla negazione della sua esistenza. 

Notevole per la dottrina cristiana sulla demonologia è stato l’intervento di Paolo VI nel suo discorso del 15 novembre 1972: «Esce dal quadro dell’insegnamento biblico ed ecclesiastico chi si rifiuta di riconoscerla [la terribile, misteriosa e paurosa realtà del demonio] esistente, ovvero chi ne fa un principio a sé stante, non avente essa pure, come ogni creatura, origine da Dio; oppure la spiega come una pseudo-realtà, una personificazione concettuale e fantastica delle cause ignote dei nostri malanni». 

Nella Bibbia non si parla del diavolo se non per annunciare la vittoria di Gesù su di lui a favore dell’intera umanità. Con ciò si rivela che il discorso su Satana non è e non deve essere una sorta di informazione, in sé inutile e dannosa, sul diavolo medesimo, bensì una informazione, o meglio un approfondimento, riguardante il mistero dell’uomo e di Gesù. 

In questo testo, don Marcello Stanzione, angelologo di fama internazionale, ci offre i profili di 30 mistici – da Antonio Abate a Martino di Tours, Ildegarda di Bingen, Francesco d’Assisi, Brigida di Svezia, Teresa d’Avila, Anna Caterina Emmerick, Giuseppe Cottolengo, Curato d’Ars, Giovanni Bosco, Teresa di Lisieux, Pio da Pietrelcina, Madre Speranza, Natuzza Evolo… – che nella loro esperienza cristiana hanno incontrato il demoniaco e lo hanno descritto nei particolari, a volte superando l’abisso delle più tormentose possessioni.

L’autore

Marcello Stanzione è nato a Salerno il 20 marzo 1963 ed è stato ordinato sacerdote nel 1990. Nel 2002 ha rifondato l’Associazione Cattolica Milizia di San Michele Arcangelo (www.miliziadisanmichelearcangelo.org) per la retta diffusione della devozione cattolica ai santi angeli. Ha scritto oltre 300 libri sugli angeli e su tematiche affini di spiritualità cattolica per 30 diverse case editrici europee e americane, sia cattoliche sia laiche. I suoi libri sono stati tradotti in polacco, tedesco, sloveno, portoghese, francese, spagnolo e inglese. Don Stanzione è disponibile a tenere conferenze su temi di angelologia, mariologia e agiografia; per contatti: donmarcellostanzione@tiscali.it.

Leggi anche:   Addio a Wilbur Smith, il signore dell'avventura

L’universo demoniaco – I mistici ci illuminano su una realtà oscura (Sugarco Edizioni)

Questo post ti è piaciuto? Condividilo:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *