Vittorio Sgarbi: Forza Italia è finita, Mara Carfagna pronta per il Pd

Questo post ti è piaciuto? Condividilo:

Vittorio Sgarbi a tutto tondo nella lunga intervista rilasciata nei giorni scorsi ai microfoni de La Verità. Il critico d’arte e parlamentare è tornato sulle polemiche legate all’estensione del green pass ed ha ribadito la sua contrarietà, sottolineando che l’obbligo di certificato verde è volto a costringere la gente a vaccinarsi «ed è un ricatto».

Forza Italia è finita

Lotta alla pandemia ma non solo, Vittorio Sgarbi s’è soffermato sul panorama politico e non ha risparmiato critiche a Forza Italia«Non è più un partito», l’affondo del critico d’arte, sottolineando che Silvio Berlusconi ha avuto la sua parabola nel secolo scorso. Non è mancata una frecciatina a Mara Carfagna«Si potrebbe anche iscrivere al Pd, che non cambierebbe niente».

Scettico sulla federazione di CentrodestraVittorio Sgarbi non “vede” tra i favoriti per il Quirinale i chiacchierati Casini, Rosy Bindi e Franceschini, ma punta su Draghi. E il percorso è già tracciato: «Elezioni? No, si nomina un altro premier, un governo di transizione con Cartabia, Franco o un tecnico. Perché? Perché non si va a votare prima che i 5 Stelle abbiano maturato la pensione. Poi il governo si scioglie e a marzo 2023 le urne».

Idee chiare anche sulle prossime politiche, con una vittoria del Centrodestra con premier guidato da Giorgetti, Salvini o Meloni: «Si avrà un governo politico con un super tecnico al Quirinale: il contrario di oggi, con Sergio Mattarella espressione del Pd e un tecnico al governo. Il bilanciamento, comunque, ci sarà».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *