2018 – Attentato a Toronto

Tempo stimato di lettura: 4 minuti

L’attentato di Toronto del 23 aprile 2018 è stato un attacco con veicolo ariete avvenuto il 23 aprile 2018 a Toronto, nell’Ontario, in Canada. Un uomo, successivamente identificato come Alek Minassian, guidò un furgone preso a noleggio sfrecciando nel quartiere degli affari del North York City Centre e prendendo deliberatamente di mira i pedoni, uccidendo 11 persone e ferendone 15, alcune in modo grave.

L’attacco iniziò all’incrocio tra Yonge Street e Finch Avenue, e proseguì verso sud lungo i marciapiedi di Yonge Street, vicino a Sheppard Avenue.

Il venticinquenne Minassian venne arrestato illeso a sud della scena del crimine, dopo aver istigato un agente di polizia affinché lo uccidesse. L’arresto venne effettuato alle 13:32, sette minuti dopo la prima chiamata al 911.

L’incidente fu il più letale attacco tramite veicoli nella storia del Canada.

L’attacco

La prima chiamata al 911 che riportava pedoni colpiti fu ricevuta alle 13:25 fuso orario orientale.

A Finch Avenue, un furgoncino Chevrolet Express bianco, noleggiato da Ryder, oltrepassò un semaforo rosso, per poi dirigersi verso sud sul marciapiede sul lato ovest di Yonge Street, investendo molti pedoni e procedendo la marcia per molti altri isolati, colpendo ulteriori persone.

Il video della telecamera di sicurezza di un’azienda locale mostrò che il furgone raggiunse Tolman Street, che si trova a un isolato a sud di Finch Avenue, alle 13:24. Un testimone raccontò che l’autista guardava le vittime direttamente negli occhi durante l’attacco e si comportava come se stesse “giocando un videogioco, cercando di uccidere quante più persone possibili”.

Ad un certo punto, il furgone rientrò nella carreggiata, ma giunto al Park Home Avenue, si trovò ancora sul marciapiede, colpendo i pedoni lungo il tragitto di fronte a Mel Lastman Square, una piazza civica sul lato ovest di Yonge Street distante 1,4 chilometri a sud di Finch Avenue (16 isolati dopo).

Leggi anche:   2017 - Attentato terroristico a San Pietroburgo, rivendicato dall'ISIS.

I paramedici vennero inviati immediatamente e il Sunnybrook Health Sciences Center venne attivato come centro di emergenza. Nove persone morirono sul posto. Alle 20:15 ora locale, il servizio di polizia di Toronto annunciò il decesso di una decima persona. Un’undicesima persona è morta 3 anni e mezzo dopo, il 28 ottobre 2021, dopo essere rimasta paralizzata dal collo in giù e non aver mai lasciato l’ospedale.

L’arresto

Un solo agente di polizia adibito al controllo del traffico, di nome Ken Lam, intercettò il furgone danneggiato, che venne fermato sul marciapiede nord di Poyntz Avenue, appena a ovest di Yonge Street e a due isolati a sud di Sheppard Avenue, a circa 2,3 chilometri a sud di dove era iniziato l’attacco.

Lam fermò la sua volante vicino al furgone e affrontò il guidatore, in seguito identificato come Alek Minassian, che si trovava in piedi vicino alla portiera lato guida aperta.

Durante lo scontro, Minassian estrasse ripetutamente la mano dalla tasca posteriore e puntò un oggetto di colore scuro verso l’ufficiale di polizia simile ad una pistola.

Lam ordinò a Minassian di gettarsi a terra, mentre Minassian tentò ripetutamente di provocare l’agente affinché lo uccidesse, gridandogli “in testa!” quando l’ufficiale lo avvertì che poteva finire ucciso.

Lam andò quindi dalla sua volante e spense la sirena. Mentre Minassian e Lam avanzavano l’uno verso l’altro, l’ufficiale riconobbe che l’oggetto nella mano di Minassian non era una pistola, ritirò la propria pistola e prese il manganello. Minassian quindi lasciò cadere l’oggetto dalla sua mano, si buttò a terra e si arrese a Lam. Venne arrestato alle 13:32.

La polizia identificò l’uomo come il venticinquenne Alek Minassian, che non aveva precedenti penali.

Indagini

Durante il suo interrogatorio, avvenuto la sera stessa dell’arresto ma reso noto ai media solamente alla fine del 2019, Minassian disse di essere un incel e dichiarò di far parte di un “movimento ribelle”. Egli disse di essere vergine e di non aver mai avuto una fidanzata e di aver progettato l’attentato come forma di ritorsione per non aver mai fatto sesso. Lo infastidiva che le donne preferissero dei “bruti” a lui. Egli dichiarò inoltre che nei precedenti anni aveva frequentato diversi forum online di incel e, sempre secondo la sua versione, sarebbe entrato in contatto con Elliot Rodger e Chris Harper-Mercer, responsabili di due attentati terroristici nel 2014 e nel 2015.

Leggi anche:   Ottawa, Coutts, Calgary, Toronto: la grande ribellione dei canadesi liberi

Secondo il suo profilo LinkedIn, è stato studente al Seneca College di North York dal 2011 al 2018 e viveva a Richmond Hill, un sobborgo a nord di Toronto.

Era uno sviluppatore di software. I suoi ex compagni di classe alla Thornlea Secondary School di Thornhill lo descrissero come “non eccessivamente socievole” e “innocuo”.

Verso la fine del 2017, Minassian si è arruolato nelle forze armate canadesi per due mesi, prima di richiedere il congedo volontario dopo 16 giorni di formazione recluta. Un alto ufficiale militare ha detto che Minassian “non si stava adattando alla vita militare, anche in materia di abbigliamento, portamento e interazioni di gruppo in un contesto militare” e “non c’erano segnali preoccupanti e nulla che potesse prospettare qualcosa di simile”.

A seguito dell’attacco, un post di Facebook attribuito a Minassian iniziò a circolare online ed indicava che Minassian si identificava come un incel (“celibe involontario”). Il post era datato 23 aprile e recitava:

Private (Recruit) Minassian Infantry 00010, wishing to speak to Sgt 4chan please. C23249161. The Incel Rebellion has already begun! We will overthrow all the Chads and Stacys! All hail the Supreme Gentleman Elliot Rodger!
(Confidenziale) Soldato semplice Minassian Reggimento 00010, desidero parlare al Sergente 4chan per favore. C23249161. La Ribellione Incel è già iniziata! Spodesteremo tutti i Chad e le Stacy! Tutti acclamino il Gentiluomo Supremo, Elliot Rodger!

4chan è una popolare, ma controversa imageboard di internet. “Chad” e “Stacy” sono soprannomi usati nei forum relativi a incel e sul /r/incels subreddit (bloccato dal 7 novembre 2017) su Reddit per riferirsi a uomini e donne sessualmente attivi e attraenti; un subreddit è una singola comunità su Reddit basata su un argomento di interesse.

Leggi anche:   1993 - Attentato al World Trade Center

Elliot Rodger è stato il responsabile del massacro di Isla Vista del 2014 in California. Rodger intendeva colpire gli uomini sessualmente di successo e le donne, ciò lo hanno portato ad essere idolatrato post-mortem da alcune persone su comunità online di estremismo misogino, compresi diversi siti web di incel.

Facebook confermò successivamente che l’account era quello di Minassian.

Una fonte del Dipartimento della Difesa Nazionale canadese ha dichiarato ai media che C23249161 era il numero di identificazione militare di Minassian durante il suo addestramento militare.

Processo

Il 24 aprile 2018, Minassian è apparso senza un avvocato davanti alla Corte di giustizia dell’Ontario in un tribunale di Toronto, ammanettato e con indosso una tuta bianca da carcere. È stato accusato di 10 omicidi di primo grado e 13 tentati omicidi. Gli è stato intimato di non contattare nessuno delle presunte vittime di tentato omicidio. Suo padre, Vahe Minassian, ha atteso l’udienza in lacrime riferendo ai giornalisti di non aver parlato con suo figlio. Minassian è stato accusato di tre ulteriori accuse di tentato omicidio il 10 maggio; un totale di 16 accuse.

Il suo processo, inizialmente previsto a febbraio 2020, è stato poi spostato nei mesi successivi a causa della pandemia di covid-19.

Successivamente il giudice dichiarerà che la principale motivazione di Minassian non fu il movimento incel, ma che in realtà stava principalmente cercando notorietà e che durante l’interrogatorio aveva mentito nella maggior parte delle sue affermazioni riguardo il movimento incel.

Questo post ti è piaciuto? Condividilo:

Lascia un commento