Quasi mille i clandestini arrivati a Lampedusa senza documenti

Arrivano invece da Egitto, Siria, Eritrea, Etiopia e Yemen, infine, le ultime 81 persone, comprese tre donne e due minori, approdate sull’isola. Per tutti dopo i primi controlli sanitari disposto il trasferimento nell’hotspot di contrada Imbriacola. Tutto a spese nostre. Salgono così a 897 i fuorilegge approdati senza documenti e autorizzazione nell’arco di appena 72 ore sull’isola.

Prosegue il processo contro Salvini

Intanto prosegue il processo verso chi, con l’appoggio del governo intero, ha tentato di evitare questa invasione aiutata dai soliti buonisti ricchi. E’ terminata l’altro ieri sera, con il controesame della capomissione Open Arms Anabel Montes, dopo quasi undici ore l’udienza fiume del processo al leader della Lega Matteo Salvini. Come è noto, è accusato di sequestro di persona e rifiuto di atto di ufficio. Il processo rinviato al  17 giugno. Citati 3 testi. Salvini si è consolato con un pranzo a base di arancine, pane e panelle e cannoli palermitani. Durante la pausa pranzo, forzata a causa del guasto all’impianto elettrico all’aula bunker dell’Ucciardone di Palermo. Dove si sta celebrando il processo Open Arms. Salvini, parlando con i cronisti in attesa della riparazione del guasto elettrico, ha detto di avere apprezzato le prelibatezze palermitane.

Leggi anche:   Lamorgese, una ministra sull'orlo del precipizio