Narrativa


Graphofeel è una casa editrice romana indipendente, no EAP (non a pagamento), nata nel 2009.
Graphofeel ha diversi amici, professionisti del settore, che partecipano attivamente al progetto, con idee, contributi e consigli, mettendo a disposizione menti e braccia. Attualmente collaborano: Massimo Agostini, Laura Bonelli, Isabella D’Amore, Andrea Engl, Laura Pacelli, Mario Pacelli, Silvia Pacelli, Ines Paolucci, Antonio Perri, Basilio Perri, Mimmo Trimarco, Stefano Valente, Fabio Zenobi, Gianna Zuccari e tutti i nostri fantastici autori!

Il vero amore è una quiete accesa

  • Editore: Graphofeel Edizioni
  • Autore: Francesco Randazzo
  • Pagine: 228
  • ISBN: 978-88-32009-59-0
  • Prezzo: 18 euro

Una storia d’amore romantica e profonda

“Dove finisce tutto l’amore sprecato, tradito, maltrattato o semplicemente lasciato indietro come un bagaglio dimenticato sul binario?”

Iride e le sue sorelle, divinità dell’Olimpo ellenico, sorvolano il cielo della Città eterna e sono testimoni e narratrici delle vicende di questo singolare romanzo. Un bambino del sud di nome Tommi riaffiora nella vita e nella mente di Tommaso, quarantenne medico e bioingegnere di successo. Una bambina di nome Leyla, figlia di due grandi medici, lotta contro la cecità; viene salvata,ma fugge dalla sua storia difficile, viaggia e dimentica sé stessa. Diventerà la giovane sconosciuta cheTommaso incontrerà casualmente per strada; la porterà con sé, la laverà, l’amerà, le darà un nuovo nome, Moira. Il suo destino. Sarà un rapporto potente, lacerante, perverso anche, ma ineluttabile per entrambi.

Francesco Randazzo si è laureato in Regia nel 1991 all’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio D’Amico” di Roma. Lavora in Italia e all’estero come regista e autore per importanti teatri e festival. È fondatore della Compagnia degli Ostinati – Officina Teatro, della quale è stato direttore artistico. Ha pubblicato testi teatrali, poesie, racconti e due romanzi; ha ottenuto numerosi premi di drammaturgia e letteratura nazionali e internazionali, fra i quali: Premio Fondi La Pastora, Premio Candoni, Premio Fersen, Premio Schegge d’autore, Sonar Script, Premio Leonforte, Premio Maestrale San Marco, Premio Moak, Premio Ugo Betti. Suoi testi teatrali sono stati tradotti in spagnolo, ceco, francese e inglese e rappresentati in Canada, Usa, Croazia, Slovenia, Belgio, Spagna, Francia, Cile. 

Parallelamente ha svolto attività didattica con corsi di recitazione, regia, drammaturgia e scrittura creativa, storia dello spettacolo, stage e conferenze per varie istituzioni pubbliche e private, fra le quali:Scuola di Teatro Antico dell’Istituto nazionale del Dramma Antico, Cinars Montreal,TNJV Caracas, CentroTeatro Educazione – Ente Teatrale Italiano, CentroStudi Uilt, New York University, Ostinati Open Studio e International Acting School Rome, Université Le Mirail Toulouse, Parioli Academy Roma, Duoc UC (Universidad Católica de Chile).


  • ISBN 978-88-99207-52-6
  • Pagine: 248
  • Genere: Narrativa – Romanzo
  • Formato di stampa: 13.5×21 cm
  • Premi letterari: Menzione al Premio Italo Calvino 2020

Non pensarci due volte

In un Paese come l’Italia, è ancora possibile vivere “selvaggiamente”?

Un romanzo sulla possibilità di vivere in simbiosi con la natura, di accettarne le leggi, di abbandonare la società, almeno il tempo necessario a ritrovare sé stessi. Ci vuole coraggio: “Non pensarci due volte”.

Non pensarci due volte è l’avventura di Sara, tredicenne indomabile che, a piedi e da sola, affronta gli Appennini per arrivare al mare, seguendo l’istinto che la guida al luogo che le appartiene; è un viaggio epico alla ricerca del senso di sé, lontano dalla città, nell’acqua dei fiumi, all’ombra dei boschi, nella sfida ai lupi e alle ombre delle notti solitarie sulle montagne.

Arjuna Cecchetti, archeologo preistorico, è attivo in diversi progetti in Italia e all’estero; pubblica in riviste scientifiche e di divulgazione.
Scrittore e poeta, ha campeggiato nelle steppe della Mongolia e cavalcato cammelli, cavalli di Przewalski e yak.
Ha vissuto a Monteriggioni, a Cambridge, Londra e Dublino, ora abita fra le pieghe dell’Appennino. Ha letto le sue poesie al Blue Moon Pub, al Cherry Tree Pub, al Red Line Book Festival e al Dublin Book Festival nell’affascinante Smock Alley Theatre.
Ascolta Bob Dylan e Sinéad O’Connor.
Dopo essere stato segnalato dal comitato dei lettori della XXIV edizione del Premio Calvino con il romanzo Maggie’s Boy, ha ottenuto una menzione nella XXXIII edizione con Non pensarci due volte.

Dalia Edizioni è una casa editrice indipendente specializzata in narrativa contemporanea.

Come l’omonima dea baltica, Dalia tesse storie che si rivolgono al futuro.

Il nostro obiettivo è pubblicare il meglio della narrativa italiana contemporanea sui temi dell’altro, dell’incontro e della scelta, con una particolare attenzione alle prime letture per bambine e bambini.
I nostri progetti editoriali coniugano qualità, professionalità e creatività e ogni libro rappresenta un’esperienza unica per i nostri lettori.

Rinnovare il patto tra consapevolezza e immaginazione
I nostri libri indagano i temi dell’altro, dell’incontro e della scelta, perché la consapevolezza di sé passa per la conoscenza dell’altro; perché intelligenza e creatività si nutrono dell’incontro, del dialogo e del confronto libero da pregiudizi; perché la riflessione sui principi della convivenza civile è centrale nella costruzione del futuro.
Perché la consapevolezza di chi siamo ci lascia immaginare chi potremo diventare e i mondi in cui potremo vivere e ci dà la libertà di scegliere dove vogliamo andare.


La vendetta di Seneca

Il Seneca protagonista di questo bel romanzo di Vincenzo Gueglio sperimenta nelle ultime ore di vita l’inadeguatezza della propria filosofia ed è pronto a ripudiarla per obbedire a una superiore Necessità: egli sente infine tutta la meschinità della saggezza; se ha sempre comandato ai propri allievi di non resistere al destino, ora decide che al contrario la dignità dell’uomo consiste nel far fronte al fato e combatterlo: senza speranza di successo, magari, ma risolutamente.

Il Seneca di Gueglio non si accontenta di trovare la propria libertà nella morte; vuole adempiere infine al dovere, sinora colpevolmente eluso, di uccidere il tiranno; dunque ne progetta la rovina, pianifica una sorta di tirannicidio postumo: affinché la morte di Nerone propizi la libertà di Roma.

Seneca Muore senza sapere se il suo piano avrà successo e se riuscirà davvero a vendicare la libertà di Roma offesa dal tiranno; ma intanto ottiene la vendetta che più gli preme, quella sulla viltà di Seneca.

Vincenzo Gueglio (1946) è autore di diversi romanzi e saggi. Ha curato edizioni di: RENATO SERRA, Esame di coscienza di un letterato, Sellerio 1994; FRANCESCO DE SANCTIS, Mazzini, Frilli, 2005; GIUSEPPE MAZZINI, I sistemi e la democrazia. Pensieri, Greco & Greco, 2005; GUIDO GOZZANO, Verso la cuna del mondo, Greco & Greco 2007; una innovativa edizione de I viaggi di Grulliver (Frassinelli 1999, poi, rinnovata e illustrata, Gammarò. 2019).

Tra i suoi ultimi libri: Giacomo l’immoralista. Sull’orlo del nulla. Leopardi e la mezza filosofia, Gammarò, 2019; Carlo Bo, agonista, ivi, 2020; Lorenzino e l’apologia del tirannicidio, ivi, 2021.

  • Titolo: La vendetta di Seneca
  • Autore: Vincenzo Gueglio
  • Editore: Gingko Edizioni, 2021
  • ISBN: 8831229230, 9788831229234
  • Lunghezza: 221 pagine
  • Prezzo: 18 euro


Dimensione Planisphere

Roberto è un istruttore di vela e ha ereditato dal padre la passione per questa bellissima disciplina.
Vorrebbe una barca tutta sua, ma, provenendo da una famiglia operaia, non può permettersi di sostenere una spesa così elevata.
Un giorno, per uno strano scherzo del destino, riesce a realizzare il suo sogno e decide di recarsi insieme ai suoi allievi a Bamden, un piccolo paese del Maine, per ritirare la tanto agognata imbarcazione.
Una volta sul posto, il gruppo, formato da persone intraprendenti, decide di andare sull’isola di Santkork, un luogo misterioso che sembra custodire un inconfessabile segreto.
La squadra di velisti affronta il viaggio senza sapere che, dopo la navigazione nelle acque dell’isola, la loro esistenza cambierà profondamente. Da quel momento in poi, infatti, tutti dovranno combattere contro l’omertà dei locali, contro forze oscure e abbandonare gran parte delle loro conoscenze per portare a termine una “regata” molto particolare. Forse, la più importante della loro vita…

Mariojunior Romersi è nato a Palestrina, in provincia di Roma, nel 1978. 

All’età di nove anni ha vinto il primo premio della mostra di disegni per bambini La pace ha i colori della vita.

Ha partecipato a un premio letterario con il romanzo L’eredità del nonno. Laureato in Lingue e Culture Straniere all’Università degli Studi Roma Tre, lavora e vive a Roma con la moglie e i suoi due figli, Gabriele e Sofia.

Edizioni Progetto Cultura

Per gioco nel 2000, io Marco Limiti futuro laureato in Lettere moderne, ho aperto un’associazione culturale con gli amici, chiamato Progetto Cultura, dopo 3 anni, grazie al sostegno della mia famiglia, ho creato Edizioni Progetto Cultura 2003 Srl. 

Dal 2000 la passione per il libro, la cura nella veste grafica e nell’impaginazione e la volontà di portare sul mercato libri di qualità sono rimaste invariate. 

Dal 2010 abbiamo inaugurato la nostra libreria – caffé letterario Mangiaparole nel quartiere Appio tuscolano di Roma. Per la precisione in via Manlio Capitolino 7/9.

Abbiamo collane per tutti i gusti: dalla narrativa alla saggistica, passando per la poesia, le antologie e i libri dedicati al terzo settore.


Tradita da te

Questo romanzo è un valido diario di bordo della classica scoperta casuale che una moglie fa del tradimento da parte del marito. È il grido dell’anima di una donna vera, che ha tutte le carte in regola per  essere anche un manuale per gli uomini. Una riflessione minuziosa e intrigante che rasenta il thriller sui generis, lasciando continuamente in sospeso le sliding doors dei due finali possibili: colpo di spugna e fuga in avanti  dell’Eva o riconciliazione? Il romanzo nasconde un piccolo, ma esaustivo, trattato per coppie in crisi: l’Autrice si rivela in ultima analisi anche una fine… consulente matrimoniale.
L’aiuto esterno, la “guida” porta allo scoperto il messaggio profondo del libro: il peso della menzogna e il prezzo altissimo della sincerità. Il tutto dipanato con quel sano buon senso che toglie alle considerazioni ogni sentore di velleità pedagogica e predicatoria. L’Autrice, insomma, sfida il più insidioso e agguerrito dei suoi
avversari: se stessa. E vince alla grande. 

Luisa Battilana è nata a Legnano (MI) nel 1963 e vive ad Arezzo, dove è insegnante in una Scuola Superiore. Dagli anni ’90 si è occupata di iniziative culturali, artistiche e turistiche nella città dove risiede di cui ha curato il coordinamento per la redazione di testi, pubblicazioni e documentari. Coltiva da sempre interesse personale e studi in vari ambiti della psicologia femminile, mirati alla positività e alla consapevolezza di sé per migliorare la relazionalità. Il romanzo Tradita da te (con cui ha vinto la V edizione del premio letterario “Mangiaparole”) segna di fatto il suo esordio in campo letterario.

Edizioni Progetto Cultura

Per gioco nel 2000, io Marco Limiti futuro laureato in Lettere moderne, ho aperto un’associazione culturale con gli amici, chiamato Progetto Cultura, dopo 3 anni, grazie al sostegno della mia famiglia, ho creato Edizioni Progetto Cultura 2003 Srl. 

Dal 2000 la passione per il libro, la cura nella veste grafica e nell’impaginazione e la volontà di portare sul mercato libri di qualità sono rimaste invariate. 

Dal 2010 abbiamo inaugurato la nostra libreria – caffé letterario Mangiaparole nel quartiere Appio tuscolano di Roma. Per la precisione in via Manlio Capitolino 7/9.

Abbiamo collane per tutti i gusti: dalla narrativa alla saggistica, passando per la poesia, le antologie e i libri dedicati al terzo settore.

Suite berlinese

Un uomo scruta dall’altra parte della strada la Lada della Volkpolizei appostata sul marciapiede davanti al suo laboratorio fotografico. Immagina che gli agenti abbiano già fatto irruzione in casa, due stanze modeste proprio lì, al primo piano. E sa perché. In quegli istanti rivede tutta la sua vita: il trasferimento all’Ovest con la madre quando era ancora un bambino, il liceo, la brillante carriera da fotografo, la storia d’amore con Gala, quei maledetti “esperimenti”, fino alla decisione di tornare all’Est. Poi quel cliente misterioso che qualche settimana prima si era presentato con un rullino da sviluppare. Solo sette scatti, identici: una panchina in un parco di betulle. Tutto è collegato. E lo ha portato – forse – a commettere un omicidio.

  • Collana: Scritturapura.it 
  • Pagine: 170
  • Formato: 15 x 21
  • ISBN: 978-88-97924-83-8
  • Prezzo: 18,00 €

MASSIMO MIRO è nato a Milano. Vive e lavora a Torino. È il batterista del gruppo musicale onu44.

Una sua raccolta di racconti è stata nel 1967 pubblicata da Prospettiva Editrice nel 2001, con il titolo di Sbàuz. Ha scritto su diversi siti letterari, realizza booktrailers e videoclip con la Happy Intentions Films. Il suo romanzo Love me do (con il titolo originale di Hanno sparato a John Lennon) è stato finalista del Premio Italo Calvino 2001 e si è aggiudicato il riconoscimento francese assegnato dall’Universitè de Savoie di Chambery. Il suo romanzo La faglia è stato pubblicato dall’editore Maestrale nel 2012.
Nel 1985 è stato proprietario di una 500L bianca. Ama il design illuminotecnico. La sua cantina è illuminata da una Tolomeo. E’ goloso di rotelle marca Haribo, da inserire necessariamente intere, come una moneta nella macchinetta del posteggio. Odia tutto ciò che è convenzione e gli autoproclami. Evita quindi Mc Donalds, ma non crede ciecamente nemmeno in Slow Food. Pensa che un altro mondo non sia solo possibile, ma a questo punto indispensabile.
Miro ha ideato una colonna sonora per accompagnare il libro e, insieme ad alcuni amici, una serie di booktrailer che potete vedere su http://www.massimomiro.it/suiteberlinese/

SCRITTURAPURA è nata tra le colline del Monferrato ed è attiva a Torino Asti e pubblica principalmente letteratura straniera dalle terre dentro e fuori i confini d’Europa: Danimarca, Olanda, Islanda, Portogallo, ma anche Turchia e Russia.


Sanpa, madre amorosa e crudele

Fonte d’ispirazione per gli autori di Sanpa. Luci e tenebre di San Patrignano, documentario messo in onda su Netflix, questo libro è , innanzitutto, un’opera letteraria, un memoir bruciante e sofferto che trascende l’occasione che lo ha generato e rivela il talento di uno scrittore.

«Il tossicomane che vuole morire è un’immagine buona per giornali e televisioni perché nessun uomo, forse nemmeno il suicida, vuole la morte. Essendo mortali, la morte non è questione di volerla quanto, semmai, di accettarla, di riconoscerla come destino. Il tossicomane non vuole la morte e muore proprio per questo, perché non sa accettarla.»

In Sanpa, madre amorosa e crudele (pubblicato nel 1996 come La quiete sotto la pelle) la comunità fondata da Vincenzo Muccioli è tema centrale, ma in queste pagine c’è molto altro. C’è il mistero dell’adolescenza e la disperata ricerca di un Assoluto immaginato come altrove perché non riconosciuto nel «qui e ora». C’è il perseguire estasi al confine tra vita e morte, dove il sapere accademico e il giudizio morale balbettano e arrancano. C’è infine la grandezza di un uomo, Muccioli, degenerata in titanismo e megalomania con l’espansione incontrollata della comunità. Il tutto scandito da una scrittura inedita nella letteratura sulle tossicodipendenze, capace di saldare testimonianza e riflessione, disperazione individuale e disagio di civiltà. Fonte d’ispirazione per gli autori di Sanpa. Luci e tenebre di San Patrignano, documentario messo in onda su Netflix che ha suscitato tanta attenzione e clamore, questo libro è però, innanzitutto, un’opera letteraria, un memoir bruciante e sofferto che trascende l’occasione che lo ha generato e rivela il talento di uno scrittore.

Editore: Giunti EditoreCollana: Scrittori GiuntiAnno edizione: 2021In commercio dal: 3 marzo 2021Pagine: Rilegato

EAN: 9788809949720

Fabio Cantelli Anibaldi è nato a Gorizia nel 1962. Tra il 1992 e il 1995 è stato capo ufficio stampa di San Patrignano. Approdato al Gruppo Abele, di cui è oggi vicepresidente, ha diretto il mensile Narcomafie e, dal 2005, cura la comunicazione di don Luigi Ciotti.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

L’autunno avanza con passo leggero

L’autunno avanza con passo leggero racchiude, con coerenza e circolarità, prosa e poesia, scandite attraverso un viaggio che attraversa i paesi della memoria, della fantasia e del male. Così ritroviamo i luoghi molisani dell’infanzia, in cui si muovono personaggi che cercano una loro identità, una loro realizzazione, come quelli femminili, o elementi del mito e della natura, ritratti con profondità e potenza espressiva.

Elvira Delmonaco Roll è nata a Napoli. Ha cominciato a scrivere per caso, dopo che i figli hanno lasciato il nido e dopo aver detto addio alla carriera da docente. Ha ottenuto numerosi premi e riconoscimenti.


Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn

Continuando a "navigare", presumo che tu sia d'accordo. Sei invitato a leggere la pagina di Privacy policy.
Utilizzo i cookie per aiutarti a vivere la migliore esperienza sul mio sito web.
Ok, accetto
We use cookies to help give you the best experience on our website.
By continuing without changing your cookie settings, we assume you agree to this. Please read our
Ok, I Agree
Iscriviti alla mia Newsletter
Ogni settimana riceverai gli ultimi articoli e le novità del mio blog nella tua casella email
Iscriviti ora!