Lockdown Usa: vendute più armi, più sparatorie e morti

I dati raccolti dall’associazione Everytown for gun safety (Ogni città per le armi sicure) parlano di un incremento legato all’aumento dell’acquisto di armi durante il lockdown per il coronavirus. La polizia di New York in un comunicato ha reso noto che nelle tre ultime settimane le sparatorie sono raddoppiate, mentre quella di Fresno in California ha dichiarato che dall’inizio della pandemia le sparatorie hanno fatto registrare un aumento del 40% e solo da gennaio a giugno se ne sono state contate 202. A queste si aggiungono le sparatorie mortali non intenzionali causate dai bambini, cresciute del 43% solo in marzo ed aprile. Molti di loro hanno trovato in casa un’arma non custodita e giocandoci hanno ucciso qualcuno.

Torino, riaprono gratis i musei anatomici dell’Università

In programma per i musei di UniTo anche diverse iniziative per le Settimane della scienza. Il Museo Lombroso propone una passeggiata nei luoghi del fondatore dell’antropologia criminale, mentre quello di Anatomia presenta “Gli scheletri non fan paura!”, rivolta alle famiglie